Bonus Acqua PotabileCasa e FamigliaDepuratore AcquaMaggio 24, 20220Quale Depuratore scegliere con il Bonus Depuratore Acqua

Il depuratore acqua è una soluzione capace di fare la differenza e di dare non poche soddisfazioni a chi lo sceglie. Si tratta di un sistema ecologico, semplice sia da installare sia dal punto di vista della manutenzione, in grado di ridurre, per non dire eliminare, il consumo dell’acqua nelle bottiglie in plastica.
https://www.tecpur.it/wp-content/uploads/2022/02/purificatore-acqua-casa-torino-1280x854.jpg

Tutti benefici di non poco conto a cui è necessario aggiungerne altri di tipo fiscale grazie al Bonus Acqua Potabile introdotto dal Governo e in vigore fino al 31/12/2023. Richiederlo non è difficile e le condizioni sono quanto mai interessanti. In questo articolo vi raccontiamo qualcosa di più su questa agevolazione, valida per i tutti i modelli di depuratori ed erogatori, compresi i modelli di depuratore acqua sottolavello, particolarmente funzionali.

In cosa consiste il Bonus Depuratore Acqua Potabile

Il Bonus Depuratore Acqua è una misura che è stata introdotta dal Governo nell’ottica di promuovere il valore della sostenibilità, sempre più al centro delle modalità dei consumi e delle scelte delle persone. Non a caso i depuratori sono soluzioni ogni anno più apprezzate e introdotte in ambito sia imprenditoriale sia domestico.

Il Bonus Acqua Potabile è un sostegno in vigore dall’1° gennaio 2021 e disponibile fino al 31 dicembre 2023. Valido quindi sia per le persone fisiche, quindi per le abitazioni dei privati, sia per gli esercenti delle attività di impresa, per i lavoratori autonomi, per gli enti commerciali inclusi gli Enti del terzo settore e gli Enti religiosi che risultano riconosciuti dal punto di vista civile. Incentivi i cui fini sono quelli di minimizzare il consumo della plastica e gestire in maniera razionale e moderata una risorsa come l’acqua.

Pertanto, il governo ha reso operativo questo Bonus fiscale per incentivare “l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E290, per il miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti”.

Entrando più nel dettaglio significa che chi sceglie di avvalersi del bonus potrà accedere a un credito di imposta pari al 50% delle spese sostenute con un tetto massimo di 1.000 euro (500 euro di credito) per i privati, che per i possessori di partita iva e altre attività aziendali diventa di 5.000 euro (2.500 euro di credito).

Un incentivo che si rivela interessante per promuovere uno strumento verso il quale possono esserci dei pregiudizi, ma che si rivela capace di migliorare la vita quotidiana sotto tutti i punti di vista, incentivando una consapevole e sana coscienza ecologica.

Quale depuratore, con il Bonus Acqua Potabile?

Sono diversi i sistemi di depuratore acqua che si possono scegliere attraverso la misura del Bonus Depuratore Acqua. Questi possono presentare diversi livelli di purificazione, secondo sistemi di nanofiltrazione, microfiltrazione e ultrafiltrazione, in grado di rendere l’acqua potabile (che lo ricordiamo è sicura e costantemente controllata) ancora più gradevole al palato e agli odori nonché più “pulita”.

Una questione che è particolarmente degna di interesse è relativa al fatto se i sistemi di depurazione comportano lavori importanti a livello strutturale oppure no. Pertanto, i moderni sistemi, che possono essere sopralavello o sottolavello, presentano un impatto decisamente contenuto. In particolare, il depuratore acqua sottolavello si caratterizza per restare nascosto, così come l’impianto che ne garantisce il funzionamento, sotto il lavello, prestandosi in modo particolare a un uso come quello domestico, ma anche aziendale, dove presente una cucina interna di appoggio.

Un depuratore acqua sottolavello consente un ingombro minimo nelle cucine più piccole, rendendo semplice e ottimale l’installazione del depuratore. Inoltre, prevede l’installazione di un miscelatore di ultima generazione che sarà perfettamente integrato con l’impianto di depurazione. I costi sono alla portata di tutti e particolarmente contenuti.

La scelta del modello di depuratore d’acqua è essenziale e va fatta in relazione a molteplici fattori: dalla gestione dello spazio, alle caratteristiche dell’acqua di quel specifico acquedotto, fino alla possibilità di avere un’acqua non solo liscia ma anche gassata. Tutte valutazioni particolari e personali, diverse caso per caso.

Il livello di filtrazione ottimale

Il livello di filtrazione è un aspetto importante. Tecpur propone i modelli più all’avanguardia secondo i tre livelli disponibili di filtrazione, ovvero:

  • Le particelle filtrate sono quelle che presentano una dimensione superiore ai 0.5 micron. Gli effetti sono positivi sia per gli odori che per i sapori. L’acqua è più leggera al palato.
  • A essere filtrate sono le particelle che presentano una dimensione superiore ai 0.01 micron. Il sapore dell’acqua è eccellente, gradevole al gusto come all’olfatto. Si trova ridotta sensibilmente anche la presenza di virus e batteri.
  • Questo sistema di filtrazione consente di impostare il tasso di salinità dell’acqua grazie ad un sistema di miscelazione integrato che preleva l’acqua di taglio dopo lo stadio di prefiltrazione.

Per quanto riguarda la microfiltrazione, Tecpur ha selezionato i sistemi Clik Micro e Clik Micro RF, i quali presentano due stadi di filtrazione che riescono a garantire, oltre a un’acqua più gradevole al palato e all’olfatto, un effetto batteriostatico. Questo significa che viene tutelata la possibile formazione di muffe e alghe. Sistemi validi anche nella forma di depuratore sottolavello e che nella versione Click Micro RF presentano un telecomando per l’erogazione dell’acqua, integrando la tecnologia digitale con quella del depuratore.

Rispetto all’ultrafiltrazione, invece, si rivelano particolarmente interessanti i sistemi Clik Ultra e Clik Ultra RF, quest’ultimo dotato di telecomando interconnesso al rubinetto già esistente. Entrambi garantiscono una filtrazione elevata, con effetto batteriostatico. Sistemi innovativi e all’avanguardia perfetti per i palati più esigenti.

Infine, per quanto riguarda la nanofiltrazione Tecpur propone Clik Nano, un sistema che presenta la tecnologia per osmosi inversa a cui integra uno stadio di prefiltrazione a carboni attivi, particolarmente versatile e pratico da installare. Una soluzione top di gamma e all’avanguardia.

Conclusione

La scelta del modello di depuratore è qualcosa che va valutato attentamente ma che con il Bonus Depuratore Acqua vale davvero la pena. I sistemi di nanofiltrazione, ultrafiltrazione e microfiltrazione Tecpur garantiscono tutti i vantaggi dei sistemi di depurazione più avanzati, coniugando gusto, sostenibilità e praticità. Permettono di poter dire addio al consumo delle bottiglie di plastica e all’approvvigionamento d’acqua minerale, assicurando un’acqua buona e piacevole, per sé e per l’ambiente.

 

Share

Invia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *