FAQ

Ecco le risposte ad alcune domande frequenti
bt_bb_section_bottom_section_coverage_image

Domande frequenti

Se non hai trovato la risposta che cercavi ti invitiamo a contattarci.
https://www.tecpur.it/wp-content/uploads/2020/09/image_illustrations_05.png
01
Cos'è un impianto di frigo gasatura?

Attraverso diverse tipologie di installazione, gli impianti frigo gasatori, erogano acqua refrigerata e frizzante, quest’ultima grazie alla miscelazione di acqua e CO2 (E290: anidride carbonica per uso alimentare).
I frigo gasatori vengono abbinati ad appositi sistemi di filtrazione, adeguatamente definiti in base alle necessità, e le principali soluzioni tecniche disponibili sono:

• Frigo gasatori sopralavello/soprabanco
• Frigo gasatori sottolavello/sottobanco
• Frigo gasatori a parete/pavimento

Tutti gli impianti sono soggetti a regolare e periodica manutenzione inclusa nella fornitura, eseguita secondo le specifiche indicate dalla casa costruttrice e rispettando in modo scrupoloso tutte le norme di riferimento.

02
Come funziona la microfiltrazione?

La microfiltrazione di norma utilizza un filtro con dimensione dei pori indicativamente tra 10 e 0,1 μm (micron); il suo impiego è in grado di rimuovere particelle, impurità, batteri, virus, ma anche gli sgradevoli odori e sapori dovuti all’impiego del cloro necessario a sanificare l’acqua erogata dalla rete idrica.
Abbinato alla microfiltrazione è possibile anteporre un processo di pre-filtrazione, che utilizza elementi naturali come i carboni attivi vegetali, in grado di trattenere a lungo varie sostanze inquinanti, oltre al cloro, senza tuttavia eliminare i sali minerali naturalmente presenti nell’acqua e molto utili al nostro organismo.
Le cartucce filtranti, inoltre, possono essere dotate di parti in rame o argento, in quanto naturalmente in grado di svolgere una funzione antibatterica e rendere così ancora più sicura l’acqua del rubinetto.
La microfiltrazione è generalmente la tecnologia più utilizzata, in quanto è in grado di apportare un elevato livello di depurazione dell’acqua potabile, in modo economico e allo stesso tempo sicuro e sostenibile, mantenendo e migliorando le proprietà organolettiche già garantite dal fornitore attraverso la rete idrica.

03
Come funziona l'ultrafiltrazione?

L’ultrafiltrazione utilizza membrane con grandezza dei pori indicativamente tra 0,1 e 0,001 μm (micron).
Il processo di depurazione avviene sfruttando la pressione dell’acqua che, agendo contro la membrana, permette la separazione di tutte le impurità di grandezza superiore a quella dei pori. Grazie a questo processo è possibile eliminare la maggior parte di virus, batteri, impurità e sostanze potenzialmente dannose eventualmente presenti nell’acqua potabile erogata dalla rete idrica.
Di norma, per proteggere le membrane da problemi di deterioramento o bloccaggio a causa dei sedimenti filtrati, è preferibile abbinare all’ultrafiltrazione un sistema di microfiltrazione, in modo da preservare l’impianto in modo ottimale e farlo durare nel tempo.

04
Come funziona la nanofiltrazione?

La nanofiltrazione è un metodo simile a quello dell’osmosi inversa, ma opera con livelli di pressione dell’acqua inferiori e con membrane filtranti i cui pori variano indicativamente tra 0,01 e 0,0001 μm (micron).
Questo processo trova grande applicazione nell’industria alimentare e in quella farmacologica, ma il suo impiego si sta diffondendo sempre di più anche nella depurazione dell’acqua potabile.
Le membrane, realizzate in polipropilene, sono di forma cilindrica, con all’interno ulteriori membrane forate più piccole, che permettono loro di trattenere  la maggior parte dei virus, batteri, nitriti, nitrati, polialogenati e calcare eventualmente presenti nell’acqua potabile erogata dal rubinetto.

05
Che cos'è l'osmosi inversa?

La nanofiltrazione è un metodo simile a quello dell’osmosi inversa, ma opera con livelli di pressione dell’acqua inferiori e con membrane filtranti i cui pori variano indicativamente tra 0,01 e 0,0001 μm (micron).
Questo processo trova grande applicazione nell’industria alimentare e in quella farmacologica, ma il suo impiego si sta diffondendo sempre di più anche nella depurazione dell’acqua potabile.
Le membrane, realizzate in polipropilene, sono di forma cilindrica, con all’interno ulteriori membrane forate più piccole, che permettono loro di trattenere  la maggior parte dei virus, batteri, nitriti, nitrati, polialogenati e calcare eventualmente presenti nell’acqua potabile erogata dal rubinetto.

Goccia Tecpur acqua verde
Goccia Tecpur acqua blu

Quali sono le tue abitudini legate al consumo di acqua del rubinetto?

Sperando di aver risposto alle tue domande vorremo chiederti meno di 1 minuto del tuo tempo per rispondere alle nostre.
bt_bb_section_top_section_coverage_image
bt_bb_section_bottom_section_coverage_image
Goccia Tecpur acqua verde
bt_bb_section_bottom_section_coverage_image